LA VIA DEL PONTE

SENTIERO 004

Note storiche

Quest’itinerario ripercorre due importanti collegamenti tra le due vie maestre che attraversavano il territorio di Badia Tedalda: la Via di Frassineto e la via Major Ariminensis. Ci porta a visitare i luoghi sacri più antichi, i resti del ponte romano, l’ambiente fluviale del Marecchia e i suoi borghi più caratteristici.

Il sentiero è ad anello: si può iniziare sia da Fresciano che da Rofelle; è consigliabile tuttavia percorrerlo in senso antiorario.
Si parte dalla chiesa della Madonna delle Grazie, a Fresciano di Sotto. Il sentiero scende velocemente al fiume che veniva attraversato nel punto più stretto da un ponte di pietra di epoca romana (ora crollato). Ora si può accedere all’alveo del Marecchia e guadarlo qualche decina di metri più a valle dei resti del ponte; ma risalendo il fiume nei periodi di magra si possono facilmente vedere tali resti (sono in pessime condizioni e quindi a rischio di crollo).
Dopo il guado si riprende la vecchia strada che risale il versante orografico destro del fiume, ci si immette nel tornante di una carreggiabile e prendendo a sinistra si inizia a scendere. Dopo 150 m. si svolta di nuovo a sinistra e si scende dapprima alla caratteristica frazione di Tramarecchia, quindi di nuovo al fiume.
Si percorre verso valle il letto del fiume per circa 200 m. per risalire poi il versante opposto seguendo una comoda strada forestale; appena oltrepassato un torrente immissario del Marecchia sono visibili i ruderi del Mulino del Barucco che con un importante impianto ad acqua macinava il grano dei campi circostanti, ora quasi scomparsi.
La strada forestale ci conduce a Rofelle, all’antica chiesa di Santa Maria documentata fin dal XII secolo. Qui si risale a sinistra la strada asfaltata per 350 metri, poi – superato il piccolo borgo – si lascia l’asfalto per prendere a sinistra il sentiero CAI 15, che sale fin quasi a Montebotolino.
La deviazione per Montebotolino è breve e vivamente consigliata; il minuscolo borgo arroccato offre panorami unici sulla Valmarecchia e sull’Alpe della Luna, nonchè la possibilità di visitare la piccola chiesa di San Tommaso (chiedere info alla Pro Loco di Badia).
Ritornati al sentiero CAI 15, lo si segue fino a ritornare sulla strada di Fresciano e quindi al punto di partenza (2,8 km da Montebotolino).

Avvertenze: l’itinerario è percorribile solo nei periodi di magra del fiume.

Lungezza totale: 9 km.
Dislivello totale in salita: 500 m.
Segnavia in vernice bianco/rosso + frecce di direzione.
Difficoltà: EE